Cos'è la biodiversità?

La Convenzione sulla diversità biologica conclusa a Rio de Janeiro il 5 giugno 1992 afferma che “«diversità biologica» significa la variabilità degli organismi viventi di ogni origine, compresi inter alia gli ecosistemi terrestri, marini ed altri ecosistemi acquatici, ed i complessi ecologici di cui fanno parte; ciò include la diversità nell’ambito delle specie, e tra le specie degli ecosistemi”.  Quindi il termine “biodiversità” non ha un significato univoco, bensì racchiude in sé i concetti di diversità culturale, sostenibilità economica, salvaguardia degli ecosistemi ed è espressione della complessa ed  articolata interazione tra questi.

"La biodiversità è la natura in tutte le forme, è l'insieme di tutti gli organismi viventi. Con questo si intende tutti gli ecosistemi, tutti gli animali, le piante e i microorganismi che in essi dimorano, ma anche i geni di queste specie e i vincoli che esistono fra loro. La biodiversità è il fondamento stesso della vita: la danza di un'ape intorno al fiore, le rane che saltano sull'acqua, i lombrichi che strisciano sul terreno e anche voi, che osservate tutto questo mentre state passeggiendo su un prato. Siamo tutti coinvolti." (fonte: http://weareallinthistoghether.eu)

Sette passi per salvaguardare la biodiversità
- Le specie e gli ecosistemi hanno bisogno di spazio per svilupparsi e ripristinarsi. Almeno il 10% di tutti i tipi di ecosistema dovrebbero essere salvaguardati per mantenerne intatta la natura ed il paesaggio.
- Senza la biodiversità non può esistere l'agricoltura. Le pratiche agricole non dovrebbero compromettere la sopravvivenza delle specie: incrementare la diversità delle coltivazioni e ridurre l'uso di pesticidi e fertilizzanti sono gli sforzi chiave per la salvaguardia della biodiversità. Praticare l'agricoltura biologica può servire da esempio in molte zone.
- Il 75% di tutte le attività di pesca sono molto sfruttate o sovrasfruttate. Specie come merluzzo, eglefino e halibut sono già a rischio. Se non ci muoveremo verso un uso sostenibile, non ci sarà più pesce per i nostri nipoti.
- Strade, fabbriche e abitazioni distruggono gli habitat di animali e piante. Se lo sviluppo urbano e rurale continua a ignorare la natura, il nostro ambiente sarà dominato da cemento e inquinamento .
- Il cambiamento climatico è considerato la più grande sfida per l'umanità. Se le condizioni ambientali cambiano, cambieranno anche gli ecosistemi e gli habitat. E' d'obbligo combattere i cambiamenti climatici e assicurarsi che le specie possano migrare o adattarsi al nuovo ambiente.
- Se una specie si trova al di fuori del suo habitat naturale, è molto probabile che muoia. In altri casi, le specie esotiche invasive hanno prosperato e distrutto la flora e la fauna locali. Poichè non sono note le conseguenze di tali introduzioni, ridurre queste invasioni è fondamentale.
-  La biodiversità è il fondamento di uno sviluppo sostenibile. I suoi servizi ecosistemici forniscono la base per ogni attività economica. Le problematiche legate alla biodiversità devono essere integrate in tutti i settori della politica. Le misure per farlo devono comprendere incentivi di mercato, assistenza allo sviluppo, commercio a sostegno della biodiversità e processi di governance internazionale.

(fonte: http://www.countdown2010.net)  


Siti web da consultare

Network europeo di aree protette: http://natura2000.eea.europa.eu/#
Sito della Convenzione sulla biodiversità: http://www.cbd.int/2010/welcome/
Sito della campagna di sensibilizzazione sulla biodiversità della Convenzione sulla biodiversità: http://ec.europa.eu/environment/biodiversity/campaign/index_it.htm
Sito della lista rossa delle specie a rischio di estinzione: http://www.iucnredlist.org/
WWF international: http://wwf.panda.org/about_our_earth/biodiversity/what_is_biodiversity/
Sistema di informazione europeo sulla biodiversità: http://biodiversity.europa.eu/ 
Pagina dell'UNESCO dediacata alla biodiversità: http://portal.unesco.org/science/en/ev.php-URL_ID=7998&URL_DO=DO_TOPIC&URL_SECTION=201.html


Planet Bob video
 

Licenza Creative Commons
Questa opera di Kaleidoscienza è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported.